Passa ai contenuti principali

Post

Visualizzazione dei post da Giugno, 2017

Giuda di Amos Oz

Quando comprai  Ogni mattina a Jeninche parlava di Palestinesi, decisi subito che mi serviva un contrappeso ebraico e così la mia scelta cadde su questo libro di Amos Oz.
     Siamo nella Gerusalemme del 1959 e il giovane Shemuel Asch decide di abbandonare l'Università per una delusione d'amore. Ha anche pochi soldi così accetta un lavoro a casa del vecchio Gershom Wald per tenergli compagnia. Nella casa vive anche Atalia, una donna non più giovanissima ma piena di fascino. La storia segue 2 piani paralleli: uno riguarda la vita dei protagonisti e il loro interagire; l'altro è attinente alle discussioni che i tre fanno sui problemi tra palestinesi ed ebrei, sul senso della guerra, sulla figura di Gesù vista dagli ebrei e sul ruolo che ebbe Giuda in quella vicenda. Questo secondo piano è molto più interessante!! Veniamo a conoscere gli scritti di Giuseppe Flavio, di Agapio, di Shimon Ben Azai e di altri ebrei che hanno voluto screditare la figura di Gesù, visto che …

Moderazione Commenti

Questo è un post di servizio 😀 si fa per dire 😉

Fatto sta che stamattina girovagavo su alcuni blog a leggere e a commentare e ho notato che pochissimi blogger hanno la moderazione dei commenti! Mi dispiace molto perché così vi perdete i commenti dei post più vecchi, anche di qualche anno fa 😉

      Io per esempio, se arrivo su un blog che mi piace e ne leggo vari post, ho voglia di scrivere commenti, soprattutto se si parla di libri o film... quelli non passano di moda, un commento va sempre bene anche se il post é di qualche tempo fa! Ma se non c'é la moderazione é quasi certo che il blogger non leggerá quel commento ed é un peccato 😯😯

   Poi non dite che non vi ho avvisati 💖💖💖💖

Selma - La strada per la Libertà

Siamo nel 1965,Martin Luther Kingha già fatto il discorso del Sogno, ha vinto il premio Nobel per la pace, ma deve continuare la sua lotta per permettere agli afro-americani di votare. I negri hanno già ottenuto per legge il diritto di voto, ma viene loro impedito di recarsi ai seggi soprattutto negli Stati del Sud. Il reverendo King decide dunque di andare a Selma, una cittadina dell'Alabama, dove gli episodi di razzismo sono particolarmente elevati anche a causa del governatore razzistaGeorge Wallace che alimenta tali episodi. Si organizza una marcia che dovrà portare i cittadini di Selma, a cui se ne aggiungeranno molti altri, fino a Montgomery, la Capitale, per una protesta pacifica.......



      Questo film mi è piaciuto molto, ricco e intenso, pacato e allo stesso tempo passionale. Molto interessante vedere come una stessa lotta (in questo caso contro il razzismo e per i diritti dei neri), sia portata avanti in maniera differente. Scopriamo quindi che M.L King e Malcol…

Hanno Perso Tutti!

A 3 giorni dai risultati elettorali credo davvero di poter dire che queste votazioni sono state un fallimento. Ha vinto il candidato sindaco sostenuto da 8 liste di cui parlo qui. Una vittoria del 60% contro il 40% delle altre 4 liste, anzi! 3 e 1/2, visto che una era una micro-lista.
        In giro non c'é aria di festa... perché? Perché dei 128 candidati ne sono stati eletti solo 10 che sono per lo più li stessi che giá c'erano, quindi 118 delusi e rispettivi parenti e amici. Qualcosa é cambiato all'opposizione ma, a mio avviso, non conta molto 😈😇
      Un mio concittadino ha scritto un testo in cui offende uno dei presunti 3 trombati dicendo che non é stato in grado di fare una buona campagna elettorale. L'ho trovato di cattivo gusto sia perché offende pubblicamente una persona, sia perché non sembra accorgersi che hanno vinto i numeri: 128 con annessi amici e parenti contro 58, credo, e rispettivi sostenitori 😢😢
     La campagna elettorale non c'entr…

IT: parte seconda.....

Come vi raccontavo in questo post, ho dovuto lasciare la lettura di IT a pag 546 per riprendermi da alcune lungaggini narrative 😓 Avevo deciso di scrivere  solo un altro post su questo libro, una volta finita la lettura, ma mi ritrovo ad aver voglia di farlo adesso, appena giunta a pag 756!!! Mi sento in dovere di dirvi cheStephen King ha una capacità narrativa davvero fuori del comune. Qui la storia si è avviata, i caratteri si sono delineati, ci si comincia a muovere bene tra i fatti del 1930, del 1958 e del 1985 e le parti in cui l'autore si dilunga sui particolari sembrano diminuite!! Prende corpo lo strano fenomeno per il quale il clown Pennywise rappresenta il male che c'è in ognuno di noi (ognuno vede il mostro con caratteristiche diverse), le nostre paure e si intuisce che la lotta a cui assisteremo nelle pagine successive sarà quella contro i propri demoni. Vi parlo per sensazioni, non vi racconto i fatti; quelli potrete leggerli da voi, se ne avrete voglia …

Ho Visto Cose.....

Come non citare il magnifico Rutger Hauere la sua celeberrima frase in Blade Runner per descrivere quello che è successo in questa campagna elettorale? A dire il vero, niente di particolarmente strabiliante, ma io mi ci sono tuffata a capofitto e ho fatto qualche resoconto proprio su questo blog. Qui tutti i post, compreso questo 😉
   Ieri sera ci sono stati i comizi conclusivi , 4 candidati sindaco per 40' a testa, anzi, 1 ora, visti i 20' di pausa tra uno e l'altro!! Una vera festa di paese con i bar della piazza che facevano affari e le pizzerie dei dintorni che benedicevano la presenza di tutta quella gente. 💖 Il primo candidato non è stato fortunato...: alle 19.30 c'era ancora un sole che spaccava le pietre e la gente in piazza, sebbene fosse un buon numero, non era ancora tanta come per le ore successive. Mio figlio, 15enne, impavido era con me e analizzava frasi proclamate dal palco e dalla piazza peggio di sua madre! Fra il 12 e il 13 giugno sapremo i…

Un Ricordo

É il 6 giugno 1917 (oddio!!!... 2017) Per le strade girano le automobili che annunciano i comizi. Alla mente mi é venuto un flash: mio padre, giá anziano, in una di queste automobili attrezzate di altoparlanti, con gli occhiali spessi e il microfono in mano, che annunciava il comizio di un candidato del PCI. Comune? Parlamento? Chi lo sa.... quella era la sua fede e ci ha creduto fino alla fine. Era un operaio specializzato ed era stato declassato per questa fede.
   É nato nel 1923, ha fatto la guerra e tante lotte. Non aveva studiato ma leggeva sempre. La sinistra, allora, si identificava anche per gli intellettuali che la caratterizzavano e lui, nel suo piccolo, non voleva essere da meno. Con gli anni e l'etá che avanzava, diminuì l'impegno politico e aumentò le letture. Era ateo e lesse tutta la Bibbia 😢