lunedì 15 maggio 2017

Emily Dickinson



La verità deve abbagliare gradualmente

O tutti sarebbero ciechi (E. Dickinson)

Oggi é il15 maggio e in questo giorno del 1886 muore Emily Dickinson. Poetessa intensa e illuminata che vi invito a conoscere partendo da qualche poesia da rintracciare in rete, poi ve ne innamorerete e potrete leggere di più. 💖
Tutte le poesie con testo inglese a fronte

In un gruppo Fb, Loredana Pulito la ricorda con questa poesia. La riporto anche qui perchè mi ha molto colpita molto. E' un testo metaforico, ma il richiamo al cibo e l'invito a essere parchi in un mondo di opulenza, va sempre tenuto a mente. Buona lettura 💖

"Restai insaziata tutti i miei anni.
Arrivato il pomeriggio, tremante
avvicinai il tavolo per mangiare
e assaggiai un vino strano,
quello che avevo visto sulle tavole
quando affamata – tornando a casa –
guardavo attraverso i vetri la ricchezza
che non speravo di possedere mai.
Non conobbi l’abbondanza del pane
era diversa la briciola
che avevo divisa con gli uccelli
nella sala da pranzo della natura.
Il troppo mi urta – è così insolito.
Mi sentivo a disagio, spaesata
come una bacca ai fratta montana
trapiantata sulla strada.
E non avevo fame. Allora capii
che la fame è un istinto
di chi guarda le vetrine dal di fuori.
L’entrare, la disperde"

2 commenti:

  1. Della Dickinson a me piaceva questa:

    Per fare un prato occorrono un trifoglio e un'ape,
    Un trifoglio e un'ape
    E il sogno.
    Il sogno può bastare
    Se le api sono poche.

    RispondiElimina